Spreco di cibo – effetti e soluzioni

Gli Effetti dello Spreco di Cibo sul Pianeta

Inutile sottolineare che lo spreco di cibo è uno dei principali nemici della sostenibilità. Qualcuno potrebbe obiettare che il cibo avanzato potrebbe essere utilizzato per scopi diversi. Infatti, possiamo ritrovare una piccola parte di questo impiegata come fertilizzante per il suolo. Purtroppo, le quantità sono davvero irrisorie e non possiamo in alcun caso attribuire allo spreco di cibo l’aggettivo “sostenibile”.

Consumo di acqua nel mondo

Quanta acqua utilizziamo ogni giorno? Sapevi dello spreco di acqua nell’agricoltura? Circa il 70% dell’acqua dolce prelevata in tutto il mondo viene utilizzata per la coltivazione. Inoltre, il 25% dell’acqua serve per coltivare cibo che andrà in seguito buttato via. La quantità di acqua sprecata è pari a quella del carico di acqua del fiume Volga.

L’acqua è un limite chiave per la sicurezza di tutto il pianeta. Quindi se sprechiamo il cibo anche l’acqua sarà sperperata. Tra le maggiori cause della “water footprint” (ovvero impronta idrica) derivate dallo spreco di cibo si contano carne, cereali e frutta.

Uso spropositato del terreno

La qualità del suolo si sta riducendo a causa nostra. L’agricoltura intensiva non consente al suolo di respirare e rimanere incolto, causando un’estrema riduzione della fertilità del terreno. Stiamo mettendo il suolo sotto una grave pressione che porterà a un uso di ulteriori fertilizzanti ed elementi esterni sintetici.

Spreco alimentare e il clima che cambia

L’energia da combustibili fossili è molto importante per i tutti i sistemi economici tra cibo e agricoltura. Attualmente la fonte più utilizzata in ogni ambito della produzione è sicuramente il petrolio.

Ma cosa succede al nostro cibo? Generalmente i nostri scarti vengono portati nelle discariche nelle quali si decompongono in modo anaerobico, generando gas serra. La Carbon Footprint (emissioni di CO2) derivante dallo spreco di cibo è stata stimata intorno alle 3.3 tonnellate all’anno, più del doppio del totale delle emissioni di gas serra di tutti i trasporti stradali degli Stati Uniti nel 2010.

Biodiversità

Sapevi che il 74% di tutta la deforestazione è dovuta alla creazione di nuove zone di produzione di cibo? Il problema della distruzione di flora e fauna non si limita alle foreste di tutto il mondo (basti pensare a quale costo otteniamo l’olio di palma), ma coinvolge gran parte della fauna marina. Probabilmente, già nel  2050 i nostri oceani saranno vuoti a causa dello sfruttamento eccessivo della pesca. Inoltre, circa il 70% del pesce catturato con alcuni tipi di rete da traino viene scartato. Sono dati allarmanti che dovrebbero portarci ad agire nell’immediato.

Soluzioni possibili per salvare il pianeta

Capita spesso che diciamo a noi stessi di essere singoli individui che non possono combattere un problema con una portata così vasta. Non è assolutamente vero! Se vogliamo cambiare il mondo dobbiamo cambiare prima noi stessi. Ma come?

Ecco cinque semplici cose che puoi fare per evitare gli sprechi alimentari:

  1. Condividi le tue conoscenze ai tuoi amici e parenti. Più persone riusciamo a informare minore sarà lo spreco di cibo.
  2. Non comprare più del necessario. Puoi crearti un regime alimentare che ti aiuti a stilare una lista per la spesa. Farai più passeggiate al supermercato, ma comprando poco per volta.
  3. Conserva gli alimenti nel modo migliore.
  4. Fai attenzione alle date di scadenza (Secondo uno studio, molte persone non sanno cosa sono esattamente).
  5. Riutilizza il cibo avanzato, invece che sprecarlo. Online troverai tantissime ricette per riutilizzare il pane raffermo, il riso o la pasta avanzata. La cucina degli avanzi, che è tipica della nostra tradizione enogastronomica, è anche buonissima e facile da realizzare.

Spread the love